La città degli incontri proibiti

Una recensione bellissima per un libro che parrebbe proprio nelle mie corde! Questi argomenti mi intrigano molto e in questo libro sembra ben delineato e ben approfondito. La stessa cosa che ha suscitato in me all'inizio. Anche io ero incuriosita dagli argomenti trattati, dalla musica, il tango unito al concetto di proibito e di emigrazione. Inoltre è certamente la storia di una donna forte e coraggiosa. Ecco, un altro libro che si aggiunge alla mia lista sempre più infinita! Anche io provo la tua stessa ammirazione, è qualcosa veramente di fuori dall'ordinario e spesso dai libri, come tu sai, si riesce a cogliere oltre che forza anche determinazione e speranza. Ciao dolce Ely, è davvero un romanzo che forse apparentemente non esprime tutto, ma dentro si concentrano molte la città degli incontri proibiti e tante riflessioni. Quindi spero davvero che riuscirai a leggerlo perchè sono certa non ti lascerà indifferente! Leggilo, perchè è una lettura inusuale che affronta argomenti un po' la città degli incontri proibiti ma che mescola molto bene la potenza della musica e della danza con gli aspetti interiori dell'anima. Grazie alla Garzanti ho letto un romanzo che mi intrigava molto.

La città degli incontri proibiti Lettori fissi, unisciti a noi!

Incanto dei libri 17 novembre Non è un libro che avrei scelto ma ora mi viene voglia di leggerlo. Ciao Nunzia, bella recensione! La strana quadratura dei sogni. La sua unica ancora di salvezza è quel violino che ha attraversato l'oceano e che lei brama di possedere fin da bambina. Una scelta importante, la voglia di cambiare, di essere libera come la sua amata cugina Cora non è riuscita ad essere, la stessa che ricorda sempre, che porta con sé nel pensiero e nel cuore, anche quando decide di attraversare il mare fino alla terra fortunata. Il baule custodisce qualche ricordo e un prezioso violino, l'ultimo dono di suo padre prima di farla partire dall'Italia. La libreria dove tutto è possibile. La bambina nata due volte. Perché Leda suona divinamente e soltanto seguire la musica che vibra dentro di lei potrà salvarla. Un senso di proibito mellifluo, denso, che scivola lasciando scie di sé come fosse miele che addolcisce ma nello stesso tempo avvolge qualsiasi cosa. In altre parole come fare in modo che la parola proibito non sia sinonimo di peccato né contrario di libertà ma sia solo un luogo come un altro dal quale iniziare per imparare ad essere se stessi, fino in fondo. Appena le avremo esaminate le pubblicheremo sul nostro sito.

La città degli incontri proibiti

Recensione 'La città degli incontri proibiti' di Carolina De Robertis - Garzanti Buenos Aires, Leda ha diciassette anni quando scende dal piroscafo dopo il suo lungo viaggio. La città degli incontri proibiti- Carolina De Robertis Buon pomeriggio lettori, finalmente qualche Giga da utilizzare per scrivere una recensione, ho tantissimi libri da raccontarvi, ho dovuto farne un elenco per non dimenticare nessun titolo. La città degli incontri proibiti è un romanzo pieno di languore, di malinconia, di desideri e di proibito. Un senso di proibito mellifluo, denso, che scivola lasciando scie di sé come fosse miele che addolcisce ma nello stesso tempo avvolge qualsiasi cosa. La città degli incontri proibiti è la storia di una donna che non si arrende e che combatte per la felicità. Una storia pulsante di vita con un cuore fatto di musica che rapisce l’anima. Una storia pulsante di vita con un cuore fatto di musica che rapisce l’anima.

La città degli incontri proibiti